L’ultimo giorno della tua vita e il tuo contributo al mondo

Immagina che sia l’ultimo giorno della tua vita: sei riuscito a fare tutto quello che volevi fare, il tuo contributo al mondo è chiaro, evidente e visibile intorno a te.

Se potessi descrivere ora ciò che vedi, come descriveresti il mondo che ti circonda? Dove sei tu in questo importante momento di transizione? Dove, in modo concreto, vedi quello che è stato il tuo contributo? Quali sono le persone che ti sono rimaste vicino?

Nella mia visualizzazione, la prima cosa evidente che ho visto sorvolando diversi paesi nel mondo, è stata la scomparsa di tutti gli ospedali, che erano stati abbattuti. Al loro posto c’erano splendidi parchi pieni di alberi. Questo rappresentava, in sostanza, il contributo di ciò che sto facendo insieme ad altre splendide persone, terapisti e medici, senza i quali tutto questo non sarebbe stato possibile. Un mondo dove ognuno è in grado di mantenere uno stato di salute ottimale in modo autonomo.

Continua a leggere

L’uomo è destinato all’evoluzione

Un caro amico, Claudio Trupiano, durante un corso di Nuova Medicina Germanica ha condiviso un pensiero splendido: “L’uomo è destinato all’evoluzione”.

La frase detta così può creare reazioni contrastanti: ilarità, dubbio, fastidio, ciò non toglie che sia vera.

Quando sperimentiamo qualcosa che funziona meglio, essendo più semplice e più veloce di qualcosa che usavamo prima, non torniamo più indietro. Pensate all’impazienza che abbiamo quando la connessione a internet è lenta (ossia la normalità di qualche anno fa ) e a come consideriamo normale la velocità di navigazione attuale (che sarà a sua volta obsoleta nel giro di un anno).

Continua a leggere

TIP invece di RIP

Mentre stavo facendo un giro in moto, ho visto un bellissimo gatto bianco morto sul ciglio della strada.

Ad un dispiacere iniziale (adoro gli animali e i gatti in particolare) mi è venuto da dire la classica frase “riposa in pace”. Subito dopo, il mio sistema si è “ribellato” a questo modo di dire, comunicandomi: “ma perché invece non dici ‘transita in pace?’ La vita del gatto non è finita, semplicemente la sua anima ha lasciato il corpo per passare alla sua prossima manifestazione”.

Naturalmente questo rispecchia le mie credenze in merito (io non credo alla morte come “fine” ma come “transizione”).

Continua a leggere

L’Importanza Di Agire

Cari tutti
Sto scrivendo dall’aeroporto di Barcellona, aspettando l’aereo per Milano dopo una settimana fantastica in questa splendida città. Da giovedì a domenica ho tenuto un corso sulla salute di PSYCH-K e come ogni corso, anche questo è stato unico e magico. Tutti i partecipanti umili e con una gran voglia di mettersi in gioco, senza scuse.

Ho condiviso con loro quello che è il mio mantra con PSYCH-K: definisci quello che vuoi trasformare, chiediti “cosa voglio invece?”, rispondi a questa domanda con il cuore, bilancia e metti in azione.
PSYCH-K è una procedura davvero favolosa e crea dei potenziali impressionanti, e non dobbiamo dimenticarci che è anche l’azione a portare al risultato. Cosa siamo davvero disposti a fare per risolvere un problema? Quali zone di confort siamo pronti a lasciare? Quanto siamo disposti a mettere in gioco? Che cosa siamo disposti a perdere?

Continua a leggere

“Come Se?”

Cari tutti,

Oggi condivido con voi un modo semplice e potente per godere del più bel regalo che ci è mai stato fatto: la vita.

Ecco qui la formula magica: “Come Se?”.

Chiedetevi: come farei questa cosa (e qui mettete una cosa nella quale vi state limitando, che avete paura di fare, con la quale siete in stress) se fossi (e qui mettete lo stato desiderato).

Ad esempio, avete voglia di dire una cosa ad una persona ma non avete il coraggio di farlo. Mettetevi nell’ottica del “come se”, ad esempio: “parlo a questa persona come se fosse l’ultima volta che la vedo” o “parlo a questa persona come se fossi l’uomo più coraggioso del mondo”…E così con ogni cosa.

Continua a leggere