LA TRAPPOLA DEL FALLIMENTO

Il tuo subconscio può essere il tuo più grande alleato come il tuo più grande nemico.
Esso gestisce tutte le tue credenze (potenzianti e limitanti), le tue paure e le esperienze stressanti e traumatiche.
Quando fai qualcosa per la prima volta e il risultato è fallimentare o diverso da come te lo aspettavi, crei automaticamente una memoria a livello subconscio che associa quella azione al fallimento. Così, ogni volta che riproverai a farla, il tuo subconscio si riaggancerà istantaneamente al fallimento ricreandolo.

Pensa alle tue esperienze scolastiche, sportive, relazionali, giusto per citare alcuni esempi.
È un meccanismo circolare, che se non viene interrotto in qualche modo, continua a reiterarsi e ad autoalimentarsi.
Pensaci un attimo. Provi a fare una cosa una volta e non sei soddisfatto del risultato: si instaura il meccanismo sopraccitato. Ci riprovi e nuovamente non hai successo, e questo rinforza la credenza negativa riguardo quella azione. E così via fino a quando abbandoni oppure cambi strategia.
Ci sono certamente delle esperienze nella vita che fatte più e più volte ci portano alla fine ad avere successo, nonostante un iniziale fallimento, e spesso questo richiede tempo e fatica.
Come fare quindi per non cadere in questa trappola?
Ti posso consigliare 3 strategie:
La prossima volta che ti troverai a fare qualcosa che in principio non aveva dato i risultati sperati:
1) visualizza mentalmente più e più volte una realtà nella quale tutto va come desideri, e subito dopo fai l’azione. Da fare ogni volta che fai l’azione.
2) Simile a quella sopraccitata ma, prima di fare l’azione, fai il vuoto, liberati dall’aspettativa, lascia che l’universo lavori per te, e quindi fai l’azione. Da fare ogni volta che fai l’azione.
3) Usando PSYCH-K: bilancia per trasformare il primo episodio traumatico e, se vuoi, integra una credenza tipo: “Ogni volta che faccio qualcosa accedo SOLO alle esperienze di successo”. Da fare una sola volta (per questo adoro PSYCH-K), e poi goditi tutte le azioni che vuoi.
Se hai voglia di lasciare un commento te ne sarò grato.
Un abbraccio forte!
Duccio
5 commenti
  1. Aldo Ciprandi
    Aldo Ciprandi says:

    Grazie.
    Ora che sto associando PSYCH-K all’ipnosi, le cose scorrono ancora più facilmente.
    Un abbraccio.
    Aldo Ciprandi

    Rispondi
  2. marcella manzini
    marcella manzini says:

    grazie, ho studiato il primo livello da facilitatore di psych-k con te nel 2010 mi sembra, e poi nn ho praticato tanto ma ho sempre presente in me il dono ricevuto. grazie per continuare a tenermi informata. ti seguo con il pensiero. buon lavoro. marcella

    Rispondi
  3. Ale
    Ale says:

    Duccio trovo tuoi consigli sempre preziosi ;Leggendo la credenza da integrare ( punto 3) ho sentito subito la vocina interiore con la sua classica resistenza ,ecco che hai dato proprio con il punto algido .Grazie !

    Rispondi

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *