Le Sette Leggi Spirituali del Successo, la Legge del Dharma o dello Scopo nella Vita

Eccomi qui per l’ultima Legge Spirituale del Successo

La settima legge spirituale del successo, La Legge del Dharma o dello Scopo nella Vita,  dice che siamo esseri divini che hanno assunto una forma umana per portare a termine uno scopo. Tutti hanno uno scopo nella vita – un regalo unico o un talento speciale da dare agli altri, e per ogni talento unico e per ogni espressione di questo talento, ci sono anche bisogni unici.

Quando uniamo questo talento unico con il servire gli altri, facciamo esperienza dell’estasi e della piena espressione del nostro spirito. Questo è l’obiettivo di tutti gli obiettivi.

Ci sono tre componenti della Legge del Dharma.

La prima dice che ognuno di noi è qui per scoprire il vero Se, per scoprire che siamo esseri spirituali o divinità sotto spoglie umane.

La seconda componente della Legge del Dharma  dice che ognuno di noi ha un talento unico e che siamo qui per esprimerlo. Il nostro talento è così unico che nessun altro essere vivente ha questo talento. Quando stiamo esprimendo questo nostro talento unico – o più di un talento in molti casi –  siamo felici e perdiamo il concetto di tempo.

La terza componente della Legge del Dharma dice che siamo qui per servire gli altri esseri umani con il nostro talento. Ponendoci la domanda “Come possiamo aiutare tutti quelli con i quali vengo in contatto?” combiniamo l’espressione del nostro talento unico con il servizio all’umanità, e facciamo pieno uso della Legge del Dharma.

L’esperienza della nostra spiritualità, accoppiata con l’espressione del nostro talento a servizio dell’umanità ci dà accesso all’abbondanza illimitata, ed è permanente, non temporanea, perché questa è la vera via per ottenere l’abbondanza. Facendoci la domanda “Come posso aiutare?” invece di “Cosa ottengo io da questo?” andiamo oltre il dialogo interno dell’ego, nel dominio del nostro spirito – quella parte di consapevolezza dove facciamo esperienza del nostro essere universali.

La Legge del Dharma va oltre il fare un lavoro che amiamo; implica il nostro unico destino, il nostro posto nel piano cosmico. Implica un cambio della nostra consapevolezza che comincia quando allineiamo noi stessi con la nostra visione più alta, per poi diventare la manifestazione di quella visione. Il dharma è la forza che ci permette di raggiungere questo livello.

Prima di tutto arriva il momento nel quale realizziamo che la vita non può essere vissuta pienamente se non abbiamo una visione. Poi arriviamo al più grande mistero di tutti. Qual è il significato delle nostre vite nello schema universale? La radice della parola dharma, in Sanscrito ci da un indizio importante: significa “evolvere”. Sappiamo che siamo diventati parte del piano cosmico quando l’universo ci fa evolvere e ci supporta. La settima legge spirituale del successo fa si che le sei leggi precedenti siano fruibili, così che quando siamo in linea con la Legge del Dharma tutto l’universo è dalla nostra parte. Ogni legge e potere della natura ci viene in aiuto e ci supporta spontaneamente.

L’auto esplorazione non è qualcosa che raggiungiamo e che poi abbandoniamo. Ogni persona è un progetto senza fine dell’universo. Siamo come navi di notte, e la corrente che si sostiene e ci porta lungo il nostro cammino è il dharma. Se apriamo i nostri occhi spirituali e vediamo attraverso l’illusione dei nostri condizionamenti, allora il sentiero del dharma si mostrerà a noi. E’ sempre stato lì. E’ lì anche adesso, che ci chiama dalla parte più profonda della nostra consapevolezza.

Se vuoi fare esperienza della Legge del Dharma, ci sono diverse cose che puoi fare. La prima è trovare il tuo Se Superiore attraverso pratiche spirituali e scoprire la tua divinità; la seconda è trovare i tuoi talenti unici; e la terza è servire l’umanità esprimendo i tuoi talenti.

Se i soldi non fossero un problema e se tu avessi tutto il tempo del mondo, che cosa faresti? Se è quello che stai facendo ora, allora sei nel dharma in quanto hai una passione per quello che stai facendo. In che modo potresti servire al meglio l’umanità? Rispondi a questa domanda, mettilo in pratica, e genererai tutto il benessere che vuoi.

Quando la tua espressione creativa incontra i bisogni degli altri esseri umani, il benessere fluisce spontaneamente dal reame dello spirito alla questa realtà.

Cominci a fare esperienza della tua vita come espressione miracolosa della tua divinità – non solo occasionalmente, ma sempre. E conoscerai la vera gioia e il vero significato del successo – l’estasi e la massima realizzazione del tuo spirito.

Per fare esperienza della Legge del Dharma;

  • Nutri il divino dentro di te, lo spirito che anima il tuo corpo e la tua mente
  • Fai una lista dei tuoi talenti unici. Poi fai una lista di tutte le cose che ami fare mentre esprimi questi talenti.
  • Chiedi a te stesso ogni giorno, “Come posso aiutare?” e “Come posso servire?” La risposta a queste domande ti aiuterà a servire l’umanità con amore.
3 commenti
  1. manuel
    manuel says:

    sono un ragazzo di 19 anni che abita a Roma che è emozianato a leggere queste informazioni ! pensavo che ero l’unico al mondo a pensare come voi !

    Rispondi
    • Oriana
      Oriana says:

      Caro Manuel,
      io leggo solo oggi le belle parole e posso dirti che non sei davvero l’ unico …. anche a me ha fatto lo stesso effetto “brivido” nel riconoscermi, nonostante la differenza di età – mio figlio ha quasi la tua età –
      La Vita è un percorso meraviglioso, pur nelle difficoltà, anzi, forse con esse la si comprende meglio.
      Un caro saluto e l’ augurio di ogni Bene.
      Oriana

      Rispondi

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *